Archivio mensile:febbraio 2017

Torna “Bruschetta vs. Merendine”

Il laboratorio Tortando partecipa all’evento promosso dal progetto Bruschetta vs. Merendine nella seconda settimana di marzo.

Insieme alle associazioni Pandolea(Donne produttrici di olio extravergine di oliva) e Smileat (La dieta col sorriso) darà vita alla Settimana dell’Alimentazione. 

Guarda il video di presentazione

 

Annunci

Non solo mandarini

I cuochi del gruppo F si sono dimostrati eccellenti in tutte le varie attività: artisti, fornai, pasticceri ecc.
Guarda le fotogallery
I cornetti

Questo slideshow richiede JavaScript.

Pizze, frappe e tramezzini

Questo slideshow richiede JavaScript.

La marmellata

Questo slideshow richiede JavaScript.

Rustici, grissini, muffins  e cuori innamorati

Questo slideshow richiede JavaScript.

Le decorazioni

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

F come mandarini

Il  gruppo F ha utilizzato per primo il nuovo estrattore di frutta a freddo  e la tappatrice di bottiglie. L’esperienza è stata veramente emozionante: coordinare tutte le sequenze di lavoro per arrivare al prodotto finito (bottiglietta di succo perfettamente sigillata e pastorizzata a 6o°) ha richiesto tutta l’attenzione e l’impegno di questi magnifici corsisti che frequentano la prima e la seconda classe della scuola primaria.

Tra gli strumenti del laboratorio da diversi anni è presente una centrifuga con cui abbiamo preparato ottimi succhi da bere e da trasformare in gelatina. I genitori lo scorso anno  hanno implementato la nostra strumentazione con un estrattore di succo a freddo per diversificare la qualità dei nostri prodotti. Vediamo le differenze tra i due strumenti:

la centrifuga è dotata di una lama sottile circolare che girando ad elevatissime velocità tritura la frutta e la verdura per poi –  sfruttando la forza centrifuga –  spingere la poltiglia verso un setaccio a fori molto piccoli che fa filtrare il succo trattenendo gli scarti;

l’estrattore invece al posto della lama circolare ha una coclea – una vite senza fine – che non spezza il cibo ma lo mastica ( è infatti anche chiamato “masticatore”) e lo spreme, ricavandone il succo.

 La differenza sta nel numero di giri. Una centrifuga effettua tra i 6.000 e i  18.000 giri al minuto, l’estrattore meno di 100.

Questo è un dato importante perché più giri compie il nostro macchinario e più genera calore ed incamera molta aria, favorendo così il processo di ossidazione del succo che distrugge parte degli enzimi vivi e delle sostanze nutrienti. L’estrattore invece girando a un bassissimo numero di giri non si surriscalda – per questo viene chiamato “estrattore a freddo”-  mantenendo le proprietà nutritive inalterate. Gli estrattori infatti ricavano fino al 20% in più di succo rispetto alle centrifughe partendo da una stessa quantità di frutta/verdura.

 Tenendo conto che un bel bicchierone di succo di frutta e/o verdura di stagione è sempre e comunque ottimale per il nostro organismo, non ci resterà che provare la medesima esperienza con la centrifuga e poi vi faremo sapere anzi, potrete giudicare voi stessi quando, alla fine dei corsi, presenteremo al pubblico i prodotti dell’anno.