Archivio mensile:dicembre 2016

Le ultime del gruppo C

Mini gallery                    Cioccolata e felicità

Mini  gallery                   Pizzette golose

 

 

 

 

 

 

L’avventura del gruppo C: gli gnocchi alla romana

Il gruppo C, composto per la maggior parte da vecchi cuochi, si è cimentato con un primo piatto della tradizione mediterranea: gli gnocchi di semolino o gnocchi alla romana. Con ogni probabilità lo gnocco è la prima forma di pasta usata dall’uomo. Risulta infatti spontaneo mescolare a freddo un po’ di farina (derivante da miglio, panìco, sorgo, farro, grano) con poca acqua, farne delle palline e cuocerle in acqua bollente. Gnocco è un termine longobardo (knohha, cioè nodo, nocca) d’epoca medioevale, esso definisce qualunque impasto di forma tondeggiante.
I primi erano a base di farina di grano, quelli con patate o mais sono venuti in uso solo verso la fine del ‘700. Da notare che con il passare del tempo la dimensione degli gnocchi si è andata riducendo. Siamo partiti da gnocchi grossi come uova per arrivare a gnocchetti piccolissimi a forma di conchigliette, arricciolati su se stessi per trattenere il condimento.
Questo tipo di pasta si può trovare in numerose regioni d’Italia: canederli in Trentino, knodeln in Alto Adige, gnocchi cotti a vapore in Friuli Venezia Giulia, gnocchi di patate in Veneto, gnocchi alla bava in Piemonte, gnocchi alla lariana a Como per finire con gli gnocchi alla romana nel Lazio.

(notizie tratte da taccuinistorici.it)

Guarda la fotogallery della preparazione

Questa presentazione richiede JavaScript.

 

La ricetta

ricetta-gnocchi-di-semolino-1

 

ricetta-gnocchi-di-semolino-3jpgricetta-gnocchi-di-semolino-2

ricetta-gnocchi-di-semolino-3jpg